in collaborazione con Tulime Onlus e Ciclofficina Sociale

Nel 2019… in bici a Pomerini, Tanzania

Pomerini (Ng’uruhe) è un villaggio del distretto di Kilolo, situato tra gli altopiani meridionali della Tanzania. Undicimila abitanti vivono nei piccoli villaggi dei dintorni, che a Pomerini fanno capo. Agricoltori, commercianti di polli, venditrici di uova e chapati, un sarto e le sue aiutanti, tre piccole botteghe dove comprare acqua, bibite gassate e qualche snack, il macellaio del villaggio e una tavola calda con sedili di fango e paglia. A Pomerini si cresce sulla terra rossa dell’Africa, si vive da pochissimo con elettricità corrente e si dorme nel silenzio luminoso delle mille stelle nel cielo. Uno studente deve camminare un’ora e mezza per raggiungere la scuola e un lavoratore percorre chilometri prima di raggiungere i campi. La bicicletta è quindi indispensabile per muoversi, ridurre le distanze e trasportare le merci.

Date le condizioni socio-economiche attuali, la bicicletta è considerata un bene di lusso e per questo non è diffusa sufficientemente sul territorio. Il progetto Baiskeli vuole educare alle tante possibilità che la bicicletta offre evidenziandone l’utilità del mezzo per quanto concerne gli spostamenti e la riduzione delle distanze, i servizi alla cittadinanza, i bisogni socio-sanitari e come acceleratore economico di impresa grazie all’avvio di piccole attività artigianali e manuali legate alla produzione e alla riparazione. La bicicletta simboleggia quindi una grande opportunità: per il presente e soprattutto per il futuro.

Baiskeli nasce dall’incontro tra Ciclofficina Sociale-Associazione LA MOVIDA Onlus, laboratorio ciclo-meccanico di riparazione biciclette per l’inclusione socio-lavorativa a favore di persone con fragilità, e Tulime Onlus, un’associazione di Palermo che opera stabilmente sull’altopiano di Iringa in Tanzania. Due ciclo-meccanici del team di Ciclofficina Sociale, partiranno quest’estate per due mesi verso Pomerini in Tanzania, base operativa di Tulime Onlus da 10 anni.  Metteranno a disposizione le loro competenze tecniche per l’avvio del progetto, che ha l’obiettivo di rendere consapevoli gli abitanti dei villaggi delle opportunità offerte dalla bicicletta ed evidenziare come questa possa fare la differenza nella loro vita quotidiana. Il progetto a medio e lungo termine intende realizzare un laboratorio ciclo-meccanico che funzioni come ciclofficina stabile a Pomerini, che diventi anche centro nevralgico di azioni progettuali socio-educative inclusive e formative, che favorisca la nascita di nuove attività produttive (tra cui nuove professioni quali fabbro e saldatore) ed economiche nel contesto locale: verranno recuperate biciclette usate, acquistate localmente per sostenere l’economia locale, che verranno rese funzionanti e poi offerte alla popolazione. 

Dopo la prima fase di startup, un successivo obiettivo del progetto è l’introduzione di servizi utili alla cittadinanza legati alla bicicletta attraverso azioni concrete che vadano a migliorare la qualità di vita locale e soprattutto che mostrino con concretezza l’utilità e i benefici della bicicletta. Verranno assemblate e donate alla comunità tre diverse tipologie di mezzi a due ruote: 5 Bike Ambulance (a Pomerini e a Kitowo, il villaggio più vicino, non sono presenti dispensari medici e ambulatori: gli abitanti devono percorrere 7 km per raggiungerne uno), 3 Cargo Bike (per il trasporto di attrezzi e prodotti agricoli) e 2 School Bike Bus (se i ragazzini della scuola secondaria devono camminare in media tre ore al giorno tra andata e ritorno da scuola, molte famiglie con bambini della scuola primaria non possono farli frequentare non riuscendo a portarli per assenza di mezzi di trasporto adeguati). Inoltre, insegnando la ciclo-meccanica a futuri giovani ciclo-meccanici locali, si favorirà l’occupazione e l’autogestione, avviando così una filiera produttiva per il mercato locale e facendo quindi decollare il progetto verso una piena auto-sostenibilità. Il budget del progetto è di 28.000 Euro.

Con chi collaboriamo: le associazioni partner

Ciclofficina Sociale è un laboratorio educativo di ciclo-meccanica e riparazione biciclette situato nella nuova Stazione Ferrovie Nord di Cormano-Cusano Milanino (MI). Il progetto mira a promuovere l’inclusione sociale e l’inserimento formativo-professionale di persone in condizione di fragilità. Ciclofficina Sociale nasce nel 2014 dall’esperienza in ambito educativo e turismo sociale dell’Associazione La Movida. L’idea è quella di coniugare il lavoro educativo-riabilitativo con la pratica manuale e laboratoriale ciclo-meccanica. La bicicletta diventa strumento ponte, è dotata di concretezza, ha grandi potenzialità e trasmette un grande impatto emotivo e fortemente evocativo. Richiama gesta eroiche e il viaggio: è uno strumento eco friendly, mostra il mondo che vorremmo, è esportatore e portatore di pace e di fratellanza tra popoli e culture. 

Tulime, in swahili “Coltiviamo!”, è un’associazione italiana nata a Palermo nel 2001, che promuove progetti di solidarietà e cooperazione di comunità in diverse parti del mondo. A  oggi le aree di intervento coinvolgono le popolazioni di Tanzania, Uganda e Nepal. Attraverso la pratica della cooperazione di comunità, che mette al centro dell’azione la collettività anziché il singolo individuo, l’associazione offre supporto all’agricoltura e all’allevamento sostenibile. Sostiene, inoltre, progetti di microcredito, per la tutela dell’ambiente, di mercato equo-solidale per favorire lo sviluppo dell’artigianato locale e interviene in difesa dei diritti umani. Tulime Onlus negli anni ha sviluppato anche programmi permanenti a favore dell’infanzia, degli individui con disabilità e rivolti in generale alle fasce più vulnerabili della società. 

Scarica qui la presentazione completa del progetto e scopri come partecipare.

Associazione di cooperanti Tulime Onlus
viale Regione Siciliana, 2156
90135 Palermo
Tel. +39 091 217612
Email: info@tulime.org
www.tulime.org

Ciclofficina Sociale è un progetto di Associazione La Movida
Stazione Ferrovie Nord di Cormano
20095 Cusano Milanino, Milano
Email: info@ciclofficinasociale.com
Tel.: +39 328 2312462
www.ciclofficinasociale.com

La storia di regina

In Africa una bicicletta fa la differenza

Qui sotto, invece Geni Kin’omela, la nostra guida a Pomerini, ci racconta come si è avviato il progetto e di come sta entusiasmando la popolazione. Ci parla direttamente dall’interno della Ciclofficina…

Un bell’articolo uscito sul Corriere della Sera del 12 luglio 2019 che racconta le origini del progetto! Potete scaricarlo qui.

Pin It on Pinterest