Progetto 2015

Cambogia, Phnom Penh

“Il laboratorio delle gioie di Chma Puan”
in collaborazione con IDA Onlus e Education for the Future

Nel 2015 in Cambogia…

Siamo a Phnom Penh, la capitale politica ed economica e capoluogo della Cambogia. Adagiata sulle sponde del fiume Mekong, con i suoi due milioni di abitanti è la città più vasta e popolosa del paese e il suo maggiore centro commerciale e culturale. Meta turistica di discreta importanza e rinomata per la sua architettura, risente sia dello stile tradizionale Khmer sia di quello ereditato durante la dominazione coloniale francese. Anche in Cambogia povertà e miseria affliggono le famiglie: molti minori vengono abbandonati e crescono per strada o in istituti, spesso privi dei minimi standard vitali. Si calcola che nel Paese oggi oltre 70 mila bambini vivano in strada.

A Phnom Penh, nel traffico assiduo e rumoroso tipico delle capitali asiatiche, si trova anche un piccolo laboratorio di oreficeria aperto nel 2004 dall’Associazione Ida Onlus, grazie all’energia di Igino Brian, orafo vicentino e socio fondatore. È una piccola scuola nata per insegnare ai giovani cambogiani l’arte orafa. Una scuola-laboratorio di lavorazione del metallo spesso proveniente dalle mine antiuomo, di cui il Paese era, e purtroppo è, tristemente ricco. Alcuni studenti hanno così nel tempo imparato a lavorare l’ottone proveniente dalle mine e dai proiettili per poi trasformarlo in pregevoli gioielli da vendere sul mercato a piccoli e grandi esercenti, sempre all’interno di circoli di commercio equo e solidale. Il ricavato di questi prodotti, unito alle donazioni dei sostenitori dell’Associazione, è servito a sua volta a mantenere i ragazzi stessi e le rispettive famiglie. Da questa esperienza è nata poi “Education for the Future”, un’associazione autonoma composta esclusivamente proprio da quei giovani cambogiani che hanno fatto parte del progetto. E sempre dall’energia di questi giovani sta crescendo anche una nuova struttura pensata come complesso in cui trasferire parte della scuola-laboratorio e in cui creare alloggi per nuovi studenti e per le rispettive famiglie. Il progetto prevede che la stessa casa diventi anche una comunità d’accoglienza, che possa ospitare bambini orfani o rifiutati dai genitori, provenienti dalle baraccopoli della città di Phom Penh.

La casa è situata nel villaggio Chma Puan, a 15 km da Phnom Penh, ed è in via di costruzione: è stato già bonificato il suolo, creato un pozzo per l’acqua, rialzato il terreno per evitare l’allagamento nella stagione delle piogge e cementato il piano terra, che è ora in fase di edificazione.

Agli inizi del mese di gennaio, i ragazzi del laboratorio orafo hanno ricevuto alcune copie del nostro Librosolidale, a loro dedicato, e ne sono entusiasti, tanto che lo vorrebbero tradutto in lingua khmer…! Sfogliano e risfogliano le pagine per cercarsi nelle foto, sorridono, si prendono in giro ma ne sono davvero orgogliosi. Quindi, ancora un grande grazie da parte di tutti loro.

L’11 gennaio 2016, Igino e i ragazzi hanno festeggiato il “compleanno” di Casa Famiglia Patrizia e proprio quel giorno sono ripresi i lavori di costruzione: nella galleria qui a fianco potete sfogliare un po’ di foto dei lavori. Noi, vi terremo aggiornati.

Qui a fianco potete ascoltare la canzone scritta appositamente per il Xmas Project 2015 dai musicisti Claudio Rocca e Fabio Roveroni, intitolata A me basta così e ispirata al tema della bellezza. Sullo sfondo, le splendide foto scattate in Cambogia da Giancarlo Marrone, fotografo ufficiale di Ida Onlus, e da Jessica Tradati, autrice di gran parte dei testi del nostro Librosolidale 2015.

Associazione Ida Onlus
Strada Marosticana ,196
36100 Vicenza (Italy)
Mobile +39 334 2986554
info@idaonlus.org
www.idaonlus.org

Totale fondi raccolti

  • Fondi devoluti 25.000 € + 300 copie del libro 85%
  • Costi stampa libro 15%

Pin It on Pinterest