GALLERY 2019
Biciclette libere e fantastiche

Quest’anno abbiamo ricevuto una quantità incredibile di geniali biciclette, frutto del lavoro e della creatività di 197 classi di 21 scuole diverse… Non vi resta che sfogliare e pedalare insieme a noi! 

Avete mai giocato con i mattoncini Lego? O smontato una bambola? Costruito una tenda? Aggiustato la catena di una biciletta?
Gli esseri umani “fanno cose”: le creano, le usano, le rompono, le aggiustano. Ecco: aggiustare è una parola buona. Esistono altre due parole buone che vogliamo accompagnino i nostri sentieri: libertà e fantasia.
Vi ricordate la fatica e l’emozione che avete sentito quando avete imparato ad andare in bicicletta? L’equilibrio da trovare, l’aiuto di chi vi stava insegnando («Pedala, pedala! Non smettere!»), la felicità di riuscire, la libertà – alla fine. Essere liberi di andare, liberi dalla fatica del percorso, per girovagare senza meta, per esplorare. Poi però, magari, la gomma si bucava, il campanello si rompeva, la catena cadeva. La bicicletta era da aggiustare. Forse un giorno diventava troppo piccola per gambe che si allungavano, mani che crescevano. Resterà nel garage? … E se la fantasia la trasformasse? Ecco l’altra parola che cambia tutto. La fantasia fa diventare nuove le cose e le salva dalla dimenticanza. Aggiustare, libertà e fantasia: sono parole ecologiche. Fanno respirare meglio. La bicicletta le riassume tutte.
Questo Natale, bambini, la bicicletta è in mano vostra! Da inventare e costruire come vi piacerà. Potrà servire per andare in giro; però potrebbe diventare altro. Una libreria? Un tavolo da pic-nic? Una lavagna? Che altro? Liberate la fantasia! Qui a fianco la sagoma con il telaio montato su cui esercitarsi!

Anche quest’anno, il progetto scuole del Xmas Project, che si conclude con la distribuzione del Librosolidale, ha ricevuto, grazie all’Assessorato all’Educazione e Istruzione, il Patrocinio del Comune di Milano.

Pin It on Pinterest